Cos’è la conoscenza istituzionale e perché è importante? (Guest Blog)

Questa è la 4a parte di una serie di blog in 5 parti dei nostri partner di Keela, incentrata sulla domanda: “La mia no-profit ha bisogno di un CRM?”

Parte 4: Cos’è la conoscenza istituzionale e perché è importante?
Di Phil Manzano, Responsabile Marketing e Comunicazione di Keela.

Negli ultimi blog, abbiamo affrontato alcune delle paure più profonde che le organizzazioni hanno quando si tratta di adottare nuove tecnologie – e in particolare un CRM, e il costo di investire in uno.

Oggi parleremo dell’importanza della conoscenza istituzionale. Ma cominciamo da lì. Che cos’è la conoscenza istituzionale?

Nei termini più semplici, questa è la conoscenza che un’organizzazione guadagna nel tempo. Questo può essere informazioni di contatto, determinati processi e persino la storia del donatore.

La ragione per cui questo è importante soprattutto per le organizzazioni non profit è dovuta alla struttura di finanziamento dietro le organizzazioni non profit: alcune posizioni sono transitorie e dipendono interamente dalle sovvenzioni. È una verità difficile.

Quindi, è importante avere un modo semplice per trasferire le conoscenze da una persona all’altra, senza saltare un battito. È importante che tali informazioni siano ospitate in un luogo accessibile-e in altre parole, è importante avere tali informazioni in un luogo diverso dalla testa di un essere umano.

Inserisci il CRM.

CRM può agire come un cervello digitale che aiuta le organizzazioni casa loro conoscenza istituzionale. Ciò significa che qualsiasi persona che finisce per lavorare per l’organizzazione può avere accesso alle informazioni che le persone prima di loro avevano. E questo aiuta anche a garantire che chiunque lasci l’organizzazione non porti con sé anche le preziose informazioni necessarie per svolgere il proprio lavoro.

Immagina questo scenario:

Un volontario fidato ha aiutato la tua organizzazione con l’inserimento dei dati. Ti hanno aiutato per due anni e hanno partecipato a diversi eventi, incontrato tonnellate di donatori e sviluppato un sacco di relazioni. Dopo due anni, decidono di raccogliere e spostare e non possono più sostenere la tua squadra.

Poiché la tua organizzazione era super intelligente e ha deciso di investire in un CRM, tutte le informazioni che il volontario ha catturato ora vive all’interno del tuo sistema. Chiunque puo ‘riprendere da dove si e’ fermato quel volontario. Inoltre, chiunque nell’organizzazione può continuare a costruire su tali relazioni, cercare nuove opportunità o persino indirizzare i donatori decaduti. Il lavoro non si ferma.

Nel mondo no-profit, il tempo non è denaro — il tempo è la vita cambiata. La posta in gioco è un po ‘ più alta why ed è per questo che l’efficienza è della massima importanza. Avere un CRM può risparmiare giorni di ricerca frustrante e corrispondenza solo per trovare informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.