Josiah Wedgwood (1730-95)

Josiah Wedgwood (1730-95) è stato un vasaio dello Staffordshire che ha stabilito una reputazione internazionale per la ceramica britannica. Un innovatore instancabile, ha perfezionato una terracotta color crema noto come’ creamware ‘così come lo sviluppo di un nuovo corpo colorato non smaltato’jasper’. La sua merce variava da bottoni, vasi e stoviglie a cammei impostati in chimneypieces, gioielli e scatole. Il più importante mecenate di Wedgwood fu la regina Charlotte (1744-1818), anche se la sua lunga azienda di famiglia fu frequentata in seguito da Giorgio IV (1762-1830) e dalla regina Mary (1867-1953).
Wedgwood nacque a Burslem, nello Staffordshire, nel luglio del 1730, in una famiglia di ceramisti di quattro generazioni. Ha aperto i suoi primi showroom di Londra nel 1765 e ci ha assunto un ordine per un servizio da tè per la regina Charlotte da un altro produttore. Da quel momento ha avuto il diritto di stile se stesso ‘Potter a Sua Maestà’ e questo patrocinio reale si è rivelato cruciale per il suo successo. La regina rimase un cliente prezioso e nel 1774 fece una visita privata allo showroom di Wedgwood per vedere il famoso “Servizio di rana” ordinato da lui dall’imperatrice Caterina di Russia.
Nel corso della sua carriera, Wedgwood ha registrato migliaia di disegni e formule nel suo libro esperimento, aspirando a diventare ‘Vaso Maker generale per l’Universo’. La sua innovazione più importante fu il corpo colorato non smaltato noto come “jasper”, che permise la produzione di articoli ornamentali bicolore che si adattavano agli schemi cromatici degli interni neoclassici. Quattro busti in miniatura su piedistalli della Collezione Reale sono eccellenti esempi di questo lavoro (RCINs 45780, 45778, 45779, 45777). Wedgwood è stato anche un attivista per l’abolizione della schiavitù, e la sua targa raffigurante un uomo inginocchiato in catene con la scritta ‘ Non sono un uomo e un fratello?'(RCIN 45792) divenne un’immagine di spicco nella campagna abolizionista.

Wedgwood morì nel 1795, ma l’azienda di famiglia continuò per altre cinque generazioni con il patrocinio reale in corso. Giorgio IV aveva ordinato un servizio di ristorazione Wedgwood (RCIN 39882) quando il principe di Galles, e si è rivelato un cliente importante dopo questo tempo. Un secolo dopo, la regina Mary visitò il negozio Wedgwood a Londra mentre cercava di identificare gli oggetti della collezione della regina Charlotte, tra cui un piatto Wedgwood e un’urna probabilmente fatti per il caseificio nel parco di Frogmore (RCIN 53002). La Collezione reale oggi contiene diverse centinaia di medaglioni Wedgwood, targhe e pezzi per la tavola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.