Madeleine Vionnet

Sommario

Definita la “Regina del taglio bias” e “l’architetto tra le sarte”, Vionnet è conosciuta oggi per i suoi eleganti abiti in stile greco e per aver reso popolare il taglio bias nel mondo della moda. Madeleine Vionnet è considerata una delle più influenti fashion designer del 20 ° secolo. Vionnet ha ispirato stilisti come Marcelle Chaumont, madre dell’autrice francese Madeleine Chapsal, alla quale ha fatto da madrina.

Biografia

Primi anni

Madeleine Vionnet nacque il 22 giugno 1876 in una famiglia povera a Chilleurs-aux-Bois, Loiret. Vionnet si trasferì con suo padre ad Aubervilliers all’età di cinque anni. Dopo aver già lasciato la scuola, Vionnet ha iniziato il suo apprendistato all’età di dodici anni come sarta al fianco di membri della garde champêtre. A 18 anni, dopo un breve matrimonio e la perdita del suo bambino, lasciò il marito e andò a lavorare a Londra come sarta ospedaliera.Mentre era a Londra, Vionnet ha lavorato come montatore per Kate Reily.

Moda

Influenzato dalle danze moderne di Isadora Duncan, Vionnet ha creato disegni che hanno mostrato la forma naturale di una donna. Come Duncan, Vionnet è stato ispirato dall’antica arte greca, in cui gli indumenti sembrano fluttuare liberamente intorno al corpo piuttosto che distorcere o modellare la sua forma. Il suo stile è cambiato relativamente poco nel corso della sua carriera, anche se è diventato un po ‘ più montato nel 1930.

Durante gli anni Venti Vionnet ha inventato il bias cut, una tecnica di taglio del tessuto diagonale al grano del tessuto, facendolo aderire al corpo mentre si muove con chi lo indossa. La nuova tecnica di Vionnet rivoluzionò l’abbigliamento femminile e le fu dato il titolo di “architetto tra sarte”.Ha ricreato capi completi in chiffon, seta o crepe marocchine su modelli a grandezza naturale. Vionnet ha utilizzato materiali come crêpe de chine, gabardine e raso per realizzare i suoi vestiti; tessuti che erano insoliti nella moda femminile degli anni ’20 e’ 30. Ha ordinato tessuti due metri più larghi del necessario per ospitare drappeggi, creando abiti – in particolare abiti – che erano lussuosi e sensuali ma anche semplici e moderni. Gli stili caratteristici di Vionnet che si aggrappavano e si muovevano con chi lo indossava includevano l’abito fazzoletto, il collo ad anello e il top capestro.

Mentre noto per la creazione di pezzi di lusso di alta moda, Vionnet ha iniziato a concentrarsi sulla produzione di massa, abbigliamento ready-to-wear. Vionnet ha iniziato a disegnare abiti presi dalla passerella e produrli in serie rivoluzionando l’industria della moda.Vionnet ancora focalizzata su capi di lusso e haute couture.

Carriera

Mentre era a Londra ha sviluppato la sua formazione di cucito con Kate Reilly, un fornitore per la famiglia reale britannica.Vionnet alla fine tornò a Parigi, lavorando per sei anni nella casa di moda Callot Soeurs come produttore di giocattoli. Dopo un disaccordo con un manager della casa, Vionnet ha minacciato di lasciare il suo posto. Fu convinta a rimanere dalla maggiore delle sorelle Callot, Marie Callot Gerber, dopo essere stata offerta una promozione che avrebbe significato improvvisare disegni drappeggiati su un modello dal vivo con la stessa Gerber.

Tra il 1907 e il 1911, ebbe la sua grande occasione quando Jacques Doucet, una delle figure più importanti della couture francese prima della prima guerra mondiale, con cui Paul Poiret aveva lavorato, la attirò lontano da Callot perché aveva bisogno di qualcuno che potesse ringiovanire i suoi atelier per attirare clienti più giovani rispetto alle donne anziane. La sua prima collezione è stata mostrata su modelli che non indossavano né corsetti né scarpe.

La sua campagna contro i copisti iniziò nel 1921 con la creazione dell’Associazione per la Difesa delle Belle Arti Applicate. Gli abiti di Vionnet hanno dominato l’haute couture negli anni ‘ 30, impostando le tendenze con i suoi abiti sensuali indossati da attrici di fama internazionale come Marlene Dietrich, Katharine Hepburn, Joan Crawford e Greta Garbo.

Morte

Vivendo a quasi 100 anni, Vionnet morì nel 1975. Ha continuato a ispirare ed è adorata da designer contemporanei tra cui Azzedine Alaia, Issey Miyake e Vivienne Westwood.

Marchio

Nel 1912, Vionnet aprì la sua casa di moda ” Vionnet” al 222 di rue de Rivoli. Nei due anni precedenti la prima guerra mondiale, aveva raccolto una clientela fedele, ma non c’era dubbio che continuasse il suo commercio durante gli anni della guerra, che trascorse in gran parte a Roma.Anche se fu costretto a chiudere nel 1914 allo scoppio della prima guerra mondiale, riaprì dopo la guerra e Vionnet divenne uno dei principali designer di Parigi tra le due guerre. Ristabilendo la casa nel 1923, Vionnet aprì nuovi locali in Avenue Montaigne, che divenne noto come il “Tempio della moda”.Nel 1925, la casa di moda di Vionnet si espanse con locali sulla Fifth Avenue a New York City. Ha venduto disegni acquistati fuori il piolo e adattato a chi lo indossa.

La sua attività si era espansa così tanto che fu costretta a trasferirsi in locali più grandi al 50 di Avenue Montaigne, dove era in grado di assumere oltre 1.000 persone. Raramente vedeva i suoi dipendenti e quasi mai visitava i suoi 26 atelier. Il suo tempo è stato trascorso nel suo studio, al quale le sarte sono state invitate a mostrare le loro ultime idee.La visione di Vionnet della forma femminile rivoluzionò l’abbigliamento moderno e il successo dei suoi tagli unici assicurò la sua reputazione.Ha combattuto per le leggi sul copyright nella moda. Istituì quelle che, all’epoca, erano considerate pratiche lavorative rivoluzionarie: ferie retribuite e congedo di maternità, asilo nido, una sala da pranzo e un medico e dentista residenti per i suoi lavoratori. Vionnet ha creato circa 12.000 capi nel corso della sua carriera. L’inizio della seconda guerra mondiale costrinse Vionnet a chiudere la sua casa di moda nel 1939 e si ritirò nel 1940.

Ci fu una seconda venuta, nel 1977, quando Diana Vreeland creò una mostra di moda francese tra le due guerre con il titolo “The 10s 20s 30s.”E’, e il libro di accompagnamento e la fotografia di Irving Penn, chiamato Inventive Paris Clothes 1909-1939 cambiato atteggiamenti alla moda inizio del 20 ° secolo in generale, ma soprattutto a Madeleine Vionnet.

https://en.wikipedia.org/wiki/Madeleine_Vionnet

https://www.businessoffashion.com/articles/education/madeleine-vionnet-1876-1975

http://www.catwalkyourself.com/fashion-biographies/madaleine-vionnet/

fashionabc è una moda piattaforma tecnologica, composto da una rubrica digitale e vari altri strumenti digitali e soluzioni di supply chain della moda e dell’ecosistema, che si concentrano sulla moda etica e sostenibilità. Stiamo costruendo strumenti di trasformazione digitale inclusivi per i professionisti della moda che sono disposti a compiere passi verso un’industria della moda etica più sostenibile, adottando la tecnologia blockchain AI e DLT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.