Michael Peña è venuto a giocare

Michael Peña non è del tutto sicuro perché sto parlando con lui. Pensa che voglia sentirlo parlare di Paul Rudd, o Jake Gyllenhaal. Dice a sua moglie la stessa cosa—Peña non pensa di essere uno dei “tipici ragazzi di GQ”, come, ad esempio, Bradley Cooper. (Ama Bradley Cooper. Ha appena visto una stella è nata e dice che è ” gonna bussare sul tuo culo.”)

Solo così non c’è dubbio: Michael Peña è stato intorno al blocco. Ha lavorato a Hollywood per oltre vent’anni, una carriera cinematografica che include parti degne di nota in back-to-back Migliori vincitori del film (Million Dollar Baby e Crash) e due film Marvel. Era il batterista di una band (Nico Vega) per un periodo. Ha fatto TV sia grandi (ha avuto un arco di quasi una stagione sull’acclamato dramma The Shield, e sta per recitare in Narcos: Mexico, prendendo il posto di Pedro Pascal) che piccoli (uno dei suoi primi ruoli era in Felicity, colpendo in modo odioso Keri Russell, la sua “Università di New York” R. A.). Ma in una situazione come questa, dove non c’e ‘ altro da discutere se non lui, non sa bene cosa fare.

Siamo al 101 Coffee Shop, un ristorante in stile anni ’60 a Hollywood dove la musica è forte quanto l’arredamento (troppo forte). Il sito web del diner osserva che era in Scambisti, ma non lo scoprirò fino a tardi. Altrimenti avrei chiesto a Michael Peña degli scambisti. Invece, gli chiedo del golf.

Questo è il nostro piano per domani. Andiamo a giocare a golf, perche ‘ gli piace. Gli dico che non ho mai giocato a golf in vita mia, perché penso che sia la cosa educata da fare.

“Sei serio?”

gliel’avevo già detto prima. Deve aver dimenticato, e non ho mai smesso di considerare che giocare a golf con qualcuno che non ne sa nulla potrebbe non essere terribilmente divertente per nessuna delle due persone. Ma Michael Peña è un gentiluomo.

“Proprio come nella recitazione, o in qualsiasi attività commerciale”, dice ridacchiando, ” c’è sempre un modo per entrare.”

Segue: “Sei bravo nello sport?”

L'immagine può contenere: Umano, Persona, Occhiali, Accessori, Accessori, Uomo e Viso

Gli dico che sono abbastanza atletico, il che è un buon modo per dire la verità senza rispondere alla domanda.

“Trovo che il golf sia probabilmente lo sport più difficile che ho giocato, perché ci vuole un sacco di tempismo”, dice. “Sono cresciuto pugilato, giocare a calcio e wrestling, tutta quella roba.”Il tizio ha sempre amato lo sport.

Gli chiedo come ci si sente a imparare a golf, dal momento che è qualcosa che ho sempre sentito troppo consapevole di sé per provare davvero. Nella mia esperienza, la maggior parte dei giocatori di golf sono di una certa inclinazione (bianco) e una volta che si nota che, qualcosa di più estremo di Pirate’s Cove Adventure Golf a Orlando inizia a sentirsi un po ‘ strano. Dice che non gli è venuto in mente molto, perché l’ha preso sul set di My Fellow Americans del 1996, con protagonisti le leggende di Hollywood Jack Lemmon e James Garner.

“Quello è stato il mio primo film!”dice, ancora stupito che sia successo. “L’ho preso tre mesi dopo essere arrivato a Los Angeles, quindi ho pensato di essere stato così fortunato ad averlo. E parlavano sempre di golf, e quindi è qualcosa che faccio ora. Quando sei fuori a fare un film e si lavora quattro o cinque giorni alla settimana e si dispone di un fine settimana da soli—cosa faccio nei fine settimana? Quindi sono tipo, va bene, golf, quindi non mi faccio impazzire.”

Era anche uno sport che poteva giocare da solo mentre era fuori su lunghi tiri—un modo per pensare, elaborare un personaggio che stava per giocare. E non ha fatto male che a metà degli anni ‘ 90, il golf era fresco, grazie all’ascesa meteorica di Tiger Woods.

“Ho visto Tiger Woods in televisione, e ho pensato, Wow, quel ragazzo sembra completamente diverso da qualsiasi altro ragazzo che gioca a golf. Prima erano uomini di mezza eta ‘ che non erano in buona forma. Questo ragazzo era un atleta completo. Aveva tutte le possibilita’. Aveva il potere-era quasi come un giocatore di basket davvero buono, quando possono andare al buco davvero difficile? Ma poi hanno anche quel tocco alla fine, una volta che sono vicino al cerchio, postando.”

Paragona Tiger a Jordan, elevando il gioco. O Brando, per riportarlo alla recitazione. (“Per me è sempre recitazione e sport”, dice con un sorriso.) È stato un cambiamento che paragona alla prima volta che ha visto Latinos in TV—sua madre, preoccupata per il numero di morti nel quartiere, è nata per la HBO e la televisione via cavo, sperando che avrebbe aiutato a mantenere i suoi due figli al chiuso. E lo ha fatto, almeno per lo più. Peña descrive come lui e suo fratello avrebbero imitato le persone che vedevano in TV, estendendo i drammi che guardavano in drammi in cui si trovavano. Mi racconta di aver visto Esai Morales in La Bamba, John Leguizamo in Mambo Mouth.

“Ricordo di aver guardato . Ero in soggiorno con mio fratello. Era così divertente, ma così triste, e non potevo credere che ci fosse un tizio latino con il permesso di parlare delle nostre vite.”

Guarda ora:

Michael Peña Basi Suoi Personaggi Fuori la Gente Sa

Quindi siamo golf, e Michael Peña è il canto gancio Cardi B “mi Piace,” che il coro dal Bronx-nato boogaloo cantante Pete Rodriguez 1967 canzone “mi Piace così,” ri-registrato nel 1994 da Puerto Rican l’orchestra di Tony Pabón, per la colonna sonora mi Piace così, Darnell Martin indie film su portoricani nel South Bronx. Mentre camminiamo attraverso il verde, parliamo di attori Latinx che hanno vinto gli Oscar. Non ce ne sono molti. Facciamo un po ‘ di googling e apprendiamo che Rosie Perez è stata nominata una volta. Ci chiediamo cosa sta facendo ora che il dramma della NBC Rise non è più, e quale film ha ottenuto la sua nomination all’Oscar. (Era senza paura, il film di Peter Weir del 1993, dice Siri.) La diaspora latina è vasta e complessa, ma Hollywood ha a malapena un indizio.

Peña non sembra davvero che stia per giocare a golf. Indossa un abito simile a quello che indossava alla cena la sera prima: una maglietta grafica con un quadrato perforato e delle forbici; un cappello con una patch Silver Lake; Nikes hi-top scuri; pantaloncini; occhiali da sole da vista dall’aspetto piacevole, sottilmente polarizzati. Sono vestito come un manichino, con una camicia con colletto e pantaloni lunghi e scuri nel bel mezzo di un’ondata di caldo. Abbiamo una caddy piu ‘ piccola di quanto mi aspettassi. Ospita i club che Peña ha ottenuto per suo figlio, Roman, spiega, tenendo un piccolo guanto lasciato nella borsa. Non ha il suo set perché le formiche hanno preso tutto il suo equipaggiamento.

Passiamo attraverso un secchio di palline da golf al driving range e lui mi insegna a oscillare. Colpire la palla sul lato opposto Voglio che voli. Non andare per il potere, basta prendere contatto. Oscillare come se stessi schiacciando la palla con la mano sinistra. Le corsie-se è così che si chiamano-sono piuttosto piene, con solo circa tre slot aperti. La maggior parte di tutti sembra golfisti (bianco). Tranne noi. E le persone che ci lavorano.

L'immagine può contenere: Uomo, Persona, Volto, Michael Peña, Abbigliamento, Abbigliamento, Occhiali, Accessori, Accessori, Uomo e Manica

Mentre imparo come iniziare a golf, imparo anche come Peña ha iniziato a Hollywood. Avrebbe avuto i guasti del personaggio per le chiamate di casting, e avevano a malapena spazio per uno come lui. “Dieci personaggi sarebbero caucasici, caucasici caucasici, che ero tipo, Whoa, amico, non so nemmeno se sia legale, sai?”dice. “E poi il personaggio 10th sarebbe, sai, afroamericano-quindi il ruolo 13th sarebbe aperto ad altre razze. Ero come, ‘ Amico, sto combattendo per il 13 ° posto.'”

Non sembra arrabbiato per questo, almeno non più. Nonostante il mazzo sia accatastato contro di lui, per Peña, è tutto sul lavoro, e non molto altro. Ed è stato un duro lavoro. Ma è tutto difficile, e sembra avere lo stesso approccio franco e rassegnato a tutto, raccontandomi della prima volta che ha visto una pistola (aveva otto anni), di come ha perso la sua prima bici, derubata dopo averla avuta per 30 minuti. E ‘ solo la vita.

Essere stato in Messico negli ultimi otto mesi durante le riprese di Narcos è stato strano per lui. Ha una famiglia li’, ma dopo che i suoi genitori sono emigrati, non avevano documenti fino a quando non aveva 12 anni. Per la maggior parte della sua giovinezza, visitare il Messico era stato fuori questione ogni volta che lo sollevava.

“Ero come, ‘Mamma, vuoi andare in Messico? e lei disse: “Se vuoi andare, dobbiamo restare . Così abbiamo deciso di rimanere a Chicago.”Dopo la sua morte anni dopo, ha perso il suo più grande legame con il paese da cui proveniva. Non ha aiutato il fatto che crescere negli Stati Uniti abbia un modo di alienarti.

“Sai cosa c’è di divertente, amico?”dice. “Non appena arrivi in Messico, sono come,’ Sei americano. E da questa parte, dicono: “Siamo latini. Capisci cosa intendo?”

Nel golf, un” birdie ” è un termine usato per descrivere un punteggio che è solo un colpo sotto il par. Quindi, sul piccolo corso par-3 per principianti, Peña mi ha preso, segnare un birdie significherebbe affondarlo in due colpi. A metà del nostro percorso a nove buche, Michael Peña sta cercando di affondare un uccellino. E ‘ allora che gli chiedo di Scientology. Ne parla nel modo in cui parla di molte cose nella sua vita personale: con parsimonia, con un lieve livello di disagio.

“E’ come se fossi un cattolico-sono cristiano troppo, e nessuno chiede, ‘ Che dire di come, Gesù? Sei un grande fan?'”dice. “È una cosa così personale. per me va bene. Sai, ci sono persone che sono come buddiste? Non lo chiedo alla gente.”

Gli dico che ho capito. È solo che non ho mai visto o conosciuto nessuno che assomigliasse a me coinvolto in Scientology. Voglio sapere cosa vuol dire, se scopre che sanguina nella sua vita e valorizza il modo in cui il cattolicesimo si è intessuto nella cultura latina. E ‘ disponibile, ma non si muove molto.

” Come descrivi la religione a qualcuno, sai?”dice. “Come il cattolicesimo. Se dovessi spiegarlo a qualcuno, sei tipo, Aspetta un attimo. Che? Credi in un ragazzo che cosa?”

Mi dice di controllare il sito web, e poi si scusa per non avere molto da dire a me su tutto.

“Non ne parlo nemmeno con i miei amici”, dice. “Non viene mai fuori.”

Non affonda l’uccellino.

Camminando da una buca all’altra, passiamo ad argomenti più banali. Mi chiede di spiegare Fortnite e Minecraft a lui, videogiochi suo figlio ama giocare e guardare i video di YouTube su. Egli porta in primo piano il suo amore per la serie true-crime come The Staircase. A un certo punto gli chiedo una raccomandazione cena e lui non è sicuro di cosa dire. Gli piace mangiare a casa.

L'immagine può contenere: Umano, Persona, Occhiali, Accessori, Accessori, Michael Peña, Viso e Uomo

“Mi sento come se non fossi una persona molto eccitante”, dice Peña. “Almeno, non in attività. Mi piace il golf, gli scacchi. Mi piace passare il tempo con la mia famiglia, leggere molto, sai?”

Passiamo un po ‘ di tempo a parlare di fumetti. Nonostante la sua storia con la Marvel, i supereroi non sono davvero la sua cosa. I suoi gusti-tariffa spigolosa come Garth Ennis e Steve Dillon Predicatore, o le graphic novel letterarie di Adrian Tomine-hanno molto senso quando si apprende che è stato Seth Rogen che lo ha trasformato in fumetti sul set di Observe and Report.

Ha un sacco di piccole storie come questa: raccogliere il caffè dell’Intellighenzia per bere aggressivamente prima di sparring session con Jake Gyllenhaal per la fine dell’orologio, aspettando che Brad Pitt abbandoni i paparazzi con i suoi compagni di cast Fury per la loro prima lettura del tavolo. (“Questo figlio di puttana sembra che stia entrando e viaggiando via segway, con i fottuti capelli che esplodono. E ‘ l’unico ad entrare al rallentatore nella vita reale.”)

Peña descrive cosa vuol dire essere bloccati in un carro armato con tutti quei ragazzi—Pitt e Jon Bernthal e Shia Labeouf e Logan Lerman, a temperature gelide, picchiano l’inferno.

“Impazzisci, amico”, dice. “Ricordo, per Fury, David Ayer-Non lo so se gli piace il metodo di recitazione, ma gli piace sicuramente l’impegno.”

I film di David Ayer—di cui Peña ha recitato in due—sono meglio conosciuti per la loro estetica dura e aggressivamente maschile. Sono film cupi come Peña è amichevole.

“Mi è stato detto che faccio film per ragazze per ragazzi”, mi dice David Ayer. “Voglio dire esplorare le relazioni e le amicizie maschili e come sono e poi quali sono gli effetti della violenza e del trauma sulle persone, come elaborano attraverso le loro amicizie e la loro famiglia.”

È il genere di cose per cui Ayer mi ha detto che Peña (che avrebbe spesso diretto in spagnolo, anche se nessuno dei suoi compagni di cast lo capiva) era particolarmente adatto. “Il ragazzo, sai, è una bestia e uno di quegli attori per cui gli altri attori hanno molto rispetto e paura. Perche ‘quando e’ agganciato, puo ‘ girare intorno alla gente.”

Peña descrive gran parte della sua recitazione come imitazione, caricature di persone che ha visto o conosciuto. Egli attribuisce questo a suo fratello maggiore, sempre il narratore, la vita del partito, recitando le sue scappatelle di scuola superiore.

“Era come ore, solo a guardarlo”, dice. “Così l’ho preso da lui. E a volte era molto più facile imitare che comunicare.”

La più grande arma di Michael Peña potrebbe essere il suo sorriso. È allo stesso tempo spregevole e innocente. Se stai prestando attenzione, può trasformarti in un cospiratore, in uno scherzo. Se sei un idiota meno attento, potresti scambiarlo per ingenuità. Lascia che ti dica cosa intendo:

Stiamo uscendo. Vicino al parcheggio, ha visto un vecchio, familiare cercando ragazzo in un bambino-polo blu e pantaloncini bianchi. Mi sorride. “Sai chi è?”chiede. Non so di chi stia parlando. “Quello è Jon Lovitz.”Ha googles il nome di tirare su una foto in modo da poter abbinare alla persona a pochi metri di distanza. E ‘ Jon Lovitz. Penso che sia la fine, solo un altro esempio di come, dopo oltre vent’anni, nel business, Michael Peña sia ancora solo un grande fan. Ma no. Jon Lovitz è nel parcheggio e Peña vuole salutarlo.”Jon Lovitz!”chiama fuori. “Come va amico? Sono Mike!”

” Oh ehi, come stai?”Lovitz dice. “Ti ho visto in un altro film! Non lavori mai.”

“Sì, lo so”

“Sei solo in tutti gli altri film. In cosa ti ho appena visto? Aspetta, non dirmelo. Lo so”, dice. “Odio le persone che-ho una battuta su questo: sei Jon Lovitz? Si’. In cosa ti ho visto? – Non lo so! Non sono te!'”

Vanno avanti e indietro con il bit per alcuni minuti, parlando del problema estremamente hollywoodiano di aiutare qualcun altro a ricordare perché pensano che tu sia famoso, nominando i film per loro senza alcun risultato. In tutto, Lovitz cerca di ricordare l’ultimo film in cui ha visto Peña.

“Eravamo in uno strip bar e questo comico, è molto divertente, dice’ In cosa ti ho visto? Via col vento?”Lovitz si ferma improvvisamente e lancia un altro film a Peña. “Guerre Stellari?”

” Oh, l’ho fatto. Ero io il protagonista.”

” Aspetta. Non dirmi—Dannazione, beh, davvero…. cazzo. E ‘ fuori ora! Era Mission: Impossible? Dannazione, era una commedia. Serata di gioco?”

” No.”Michael mi sorride.

Immagine può contenere: Umano, Persona, Viso, Occhiali, Accessori, Accessorio, e Uomo

“Che cazzo era? Avevi un affare con i tre tizi? E poi alla fine – era come un film di fantascienza, tipo. Il business ha successo. Siete tre di voi e due dei ragazzi sono davvero stupidi in ufficio. Hanno accenti. Sai a quale intendo?”

” Sì.”

” Lo sai, vero? Merda! Credo di averlo visto su un aereo. Ti fa sentire meglio?”

Peña ride. “L’hai visto gratis?”

” No, ma sei sempre grande! Lo sei!”

” Aw, grazie uomo!”

” La tua gamma è ridicola! Dalla commedia al dramma pesante e pesante, quello della polizia in cui vieni ucciso? Si’, e ‘ stato brutale. Wasp e l’Ant-man?”

Quando scopre che sto scrivendo di Peña, la sua voce assume un’affettazione teatrale.

“Ricordo quando Michael venne al mio corso di recitazione. Era un talento molto crudo”, scherza Lovitz.

” Cosa gli hai insegnato?”Chiedo.

“Tutto ciò che non sa.”

Se ti prendi un momento per considerare la carriera di Michael Peña, potresti notare qualcosa: suona solo latinos. O forse non te ne accorgerai. Non è che entra in un film drappeggiato nella bandiera messicana, dando lezioni alla gente sulla storia della sua cultura. Chiede solo di cambiare i nomi dei personaggi. Rick Martinez. Padre Lozano. Mike Zavala. A volte, i registi lo fanno per lui, e lui non ha nemmeno bisogno di chiedere.

“È una piccola cosa, ma ricordo John Leguizamo, che pensavo fosse italiano, là fuori che parlava spagnolo e io ero come, ‘Oh accidenti. O Esai Morales. Cose del genere, specialmente quando sei piu ‘ giovane, ti ispirano, cazzo. Hanno ancora bastone con me fino ad oggi-Esai Morales andare ” RITCHIIIEEE!”- perché avevo un fratello, che mi ha davvero colpito! E il fatto che sapevo che era Esai Morales ” – sottolinea l’accento. Non c’è indugiare sulla O, una morbida caduta sulla R, la S poggia sulla sua lingua- ” sai, tipo, il tizio latino? Wow, amico.”

Ma quando arrivò a Hollywood, scoprì che l’industria non era davvero nel business di ispirare i bambini Latinx. Era, come molti attori di colore prima di lui, consigliato di cambiare il suo nome.

” Ho visto che alcune persone avrebbero cambiato il loro nome e avrebbero ricevuto pubblicità”, dice. “Ho solo pensato che fosse uno schiaffo in faccia Because Perché ho affrontato il razzismo da bambino. Quindi mi sentivo come cambiare il mio nome sarebbe un po ‘ come conformarsi. Non mi va proprio bene. So che i miei genitori, hanno attraversato il confine per offrirci una grande vita. E non volevo voltare le spalle a mio padre che lavorava due lavori a tempo pieno, a mia madre che lavorava due lavori a tempo pieno, così io e mio fratello potevamo andare a scuola privata. Quindi non l’ho mai considerato. Forse sarebbe stato piu ‘ facile. Forse all’inizio.”

In un pezzo per The Ringer, Shea Serrano riflette sulla lunga fedina penale di Peña di personaggi che sono latino, ma le cui esistenze non sono definite esclusivamente dall’essere latino. È, secondo Serrano, una cosa incredibilmente rara al mondo, e uno che è vitale per la rappresentazione messicano-americana.

“Questo è importante quanto qualcuno là fuori con, sai, facendo una grande campagna su di esso”, mi dice Serrano. “Michael Peña può farlo. Puo ‘ fare qualsiasi cosa tu voglia che faccia. È un ragazzo a cui puoi puntare e dire, questo è l’aspetto di un attore messicano quando non deve essere solo Cesar Chavez in un film. Può essere lo scienziato. Può essere il poliziotto. Può essere il fabbro. Puo ‘ essere qualsiasi cosa tu voglia che sia.”

Peña è umiliato quando porto questo. ” Sono solo contento che la gente se ne accorga”, dice. “Non è che penso di essere questo tizio ipocrita, perché non lo sono. Voglio essere in buone storie. E voglio che altre persone, persone come me, sappiano che c’è una via d’uscita. Sai?”

Vuole che io sappia che è un grande momento di essere latino. Considera il suo ruolo di Rick Martinez in The Martian. “Ho fatto l’astronauta, sai? Con un cognome latino. A volte la storia è solo io in tuta da astronauta. A volte è una ragione sufficiente per fare un film.”Ripete quello che sto iniziando a credere è il suo motto, la stessa cosa che ha detto quando ci siamo incontrati e gli ho detto che non sapevo come oscillare una mazza da golf:” C’è sempre un modo per entrare.”

E penso di aver finalmente capito perché Michael Peña mi ha portato a giocare a golf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.