Perché non ci sono colibrì alle Hawaii?

Questo articolo contiene link di affiliazione. Se fai clic su un link e fai un acquisto, potremmo ottenere una piccola commissione get senza alcun costo per te.

Per un famoso paradiso completo di spiagge di classe mondiale, vibrazioni di isole tropicali e paesaggi unici nel loro genere, rimarrai sorpreso da ciò che manca alle Hawaii. Potrebbe essere una sorpresa che non ci sono colibrì trovati sulle isole Hawaii. Con i loro colori vivaci e l’amore per il nettare dei fiori, si potrebbe pensare colibrì sarebbe proprio a casa alle Hawaii. Se ti stai chiedendo, ” perché non ci sono colibrì alle Hawaii?”- sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo stiamo andando a dare un’occhiata più da vicino perché Hawaii non ha colibrì.

Perché non ci sono colibrì alle Hawaii?

Ci sono due ragioni principali per cui non ci sono colibrì alle Hawaii. La prima ragione è perché le Hawaii sono un arcipelago isolato, quindi qualsiasi specie che vive qui doveva volare attraverso l’oceano o essere introdotta dagli esseri umani. La seconda ragione è perché in realtà sono proibiti alle Hawaii-per un motivo che non si può aspettare.

Le Hawaii sono un arcipelago isolato

image: .com

La formazione delle Isole Hawaii non sarebbe mai avvenuta se non fosse stata per i vulcani. Le 8 isole sono in realtà le cime delle montagne vulcaniche. Si sono formati nel corso di milioni di anni — come il magma fuso caldo è stato indurito dall’acqua dell’oceano.

Poiché l’Arcipelago hawaiano si è formato in isolamento, inizialmente non aveva creature che lo chiamavano casa. Tuttavia, alcune specie sono state in grado di farlo qui in volo. I primi uccelli ad abitare le isole viaggiarono circa 8 milioni di anni fa secondo questo articolo della BBC, e probabilmente provenivano dall’Asia orientale. Tuttavia, non tutti gli animali sono stati in grado di arrivare fino alle isole.

I colibrì sono solo una specie su molte che non hanno mai avuto contatti con le Hawaii. Forse le loro minuscole ali non sono riuscite a superare i venti impetuosi del vasto oceano. Anche i picchi non si trovano sulle isole, e c’è solo una specie nativa di gufo.

L’isolamento ha i suoi vantaggi per gli isolani, anche se non ci sono serpenti o predatori pericolosi trovati qui. In effetti, non ci sarebbero zanzare qui se gli umani non le avessero introdotte accidentalmente.

I colibrì sono vietati alle Hawaii

Solo perché non sono nativi delle Hawaii, non significa che i colibrì non sarebbero in grado di prosperare qui — anche se sfortunatamente per loro, sono vietati.

Hawaii ha commesso errori con l’introduzione di specie animali non autoctone in passato. Hanno introdotto barbagianni al fine di ridurre le popolazioni di roditori, così come manguste, anche. Peccato che nessuno dei due animali abbia fatto il trucco. L’introduzione di nuovi animali in un’isola contenuta può devastare gli ecosistemi locali, e per questo motivo serpenti, criceti e colibrì sono proibiti.

Tuttavia, il motivo per cui i colibrì non sono ammessi alle Hawaii è molto diverso dagli altri animali. In realtà è perché inavvertitamente impollinano quando si nutrono di nettare, proprio come fanno le farfalle e le api. Può sembrare confuso sul motivo per cui questa è una brutta cosa, ma tutto si riduce a ananas.

image: .com

I venditori non vogliono che le loro colture di ananas siano impollinate perché poi il frutto svilupperebbe semi, rendendolo poco attraente sul mercato. Gli ananas non sono nativi delle Hawaii e provengono dal Sud America, dove il loro principale impollinatore sono i colibrì. Così, al fine di preservare il business ananas alle Hawaii, colibrì non sono i benvenuti. Ma al loro posto, le Hawaii hanno i loro volantini unici e amanti del nettare.

Altre specie impollinatrici delle Hawaii

Non è mai troppo tardi per iniziare a nutrire i colibrì. Ecco un rapido elenco di cose che avrete bisogno per iniziare!

  1. Pali alimentatore colibrì
  2. 12oz alimentatori colibrì
  3. Fossati formica (opzionale)
  4. Fai il tuo nettare colibrì a casa

Riempire i vostri alimentatori con il nettare, e metterli fuori! Colibrì possono iniziare a mostrare ovunque tra la fine di febbraio e l’inizio di maggio, a seconda di dove si vive.

Anche se non ci sono colibrì guizzanti veloci che svolazzano di fiore in fiore sulle isole Hawaii, ci sono alcune creature uniche che chiamano questo posto speciale la loro casa.

Colibrì Falene

image: .com

Colibrì falene sono la prossima cosa migliore per colibrì tradizionali. Possiedono le stesse capacità di volo dei colibrì: ali veloci che battono che permettono loro di librarsi e manovrare con precisione la loro posizione per nutrirsi di nettare. Producono anche un debole ronzio mentre si librano, proprio come le loro controparti di uccelli.

Le falene colibrì sono diurne e si comportano anche più come uccelli che come falene notturne, preferendo foraggiare fiori e piante durante il giorno. Invece di un becco usano una lunga proboscide arricciata che consente loro di sorseggiare il nettare dall’interno di fiori tubolari profondi. Come colibrì, farfalle e api, colibrì falene sono anche impollinatori.

I loro corpi sono di forma ovale e per lo più un marrone grigiastro. Le parti inferiori delle loro ali sono anche un marrone squallido, ma il dorso delle loro ali presentano macchie rufose con un bordo nero. Il loro aspetto simile a quello di un uccello può anche aiutarli a rimanere al sicuro dai predatori, principalmente uccelli che stanno cercando di fare merenda sugli insetti come suggerito dalla ricercatrice Elena Tartaglia.

Hawaiian Honeycreepers

immagine: Gregory “Slobirdr” Smith | Flickr / CC 2.0

Come le isole Galapagos avevano diverse varietà di fringuelli, modellati da anni di evoluzione, anche le Hawaii hanno la sua quota di specie endemiche. L’uccello amante del nettare che condivide somiglianze con i colibrì tradizionali sono i Honeycreepers hawaiani. Tuttavia, anche se molti Honeycreepers sono vibranti e amano sorseggiare il nettare come colibrì, sono in realtà strettamente legati ai fringuelli carduelini, come cardellini e canarini.

Ci sono numerose specie di Honeycreepers hawaiani, in una vasta gamma di colori e forma del becco. Le loro forme del becco variano dai becchi drammaticamente curvi che raggiungono facilmente all’interno di certi fiori, ai becchi corti buoni per sgranocchiare sui semi. Ci sono anche combinazioni di queste forme che si adattano diverse nicchie all’interno dell’ecosistema. Alcune specie popolari intorno alle isole includono IIwi, Mamo e Amakihi.

Come fare colibrì nettare

Se non si vive in Hawaii, e vuole attirare colibrì al vostro giardino, provare a fare il proprio colibrì nettare e fornendo un alimentatore al di fuori. Fare il proprio nettare colibrì è un processo molto semplice e richiede solo due ingredienti; zucchero e acqua.

Ingredienti:

1 tazza di zucchero da tavola bianco (solo zucchero raffinato)

4 tazze di acqua

Indicazioni:

  • Riscaldare l’acqua per aiutare lo zucchero a dissolversi più facilmente. Microonde l’acqua per un minuto, riscaldarlo in una casseruola, o semplicemente utilizzare l’acqua di rubinetto più caldo il rubinetto può produrre. Evitare l’uso di una macchina da caffè per riscaldare l’acqua poiché la caffeina è tossica per gli uccelli.
  • Mescolare lo zucchero e l’acqua in un contenitore pulito. Mescolare l’acqua con un cucchiaio grande aggiungendo lentamente lo zucchero.
  • Una volta che tutti i chicchi di zucchero sono completamente sciolti, lasciare raffreddare la soluzione. Una volta raffreddato è pronto per essere versato nell’alimentatore.
  • Conservare l’acqua zuccherata in frigorifero per un massimo di una settimana. La conservazione del nettare extra renderà la ricarica dell’alimentatore semplice e veloce.

Dai un’occhiata a questo articolo per ulteriori informazioni su come creare il tuo nettare di colibrì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.