Posizionamento Terapia Acquatica in un Mutevole mondo Sanitario

Il seguente post è stato contribuito da uno dei HydroWorx prime clienti, Ted Yanchuleff, P. T., A. T. C. e responsabile dell’Ambulatorio di Riabilitazione di Servizi per la Pinnacle Sistema Sanitario in Pennsylvania Centrale

Su una base quotidiana, terapisti e sanitari e gli amministratori tentano di equilibrio cercando di fornire la cura basata sull’evidenza in una riduzione del rimborso per il clima. I terapeuti vogliono la tecnologia più recente per i loro pazienti, mentre gli amministratori richiedono un aumento dei ritorni sugli investimenti per l’acquisto di nuove attrezzature o start up del programma. C’è uno scenario “Win-Win” per entrambi? La letteratura può suggerire che stabilire un percorso di terapia acquatica per la cura del paziente può essere la risposta!

Clinicamente, i principi dell’acqua come galleggiabilità, pressione idrostatica e viscosità forniscono un mezzo per più case-mix per migliorare la loro mobilità funzionale tramite terapie acquatiche.

La galleggiabilità consente un ambiente in cui gli effetti gravitazionali terrestri possono essere ridotti modificando la profondità dell’acqua in cui il paziente sta lavorando con un pavimento della piscina regolabile. Così, permettendo l’esercizio aerobico con poca o nessuna forza di impatto attraverso le articolazioni. La pressione idrostatica può aiutare i pazienti con problemi di edema consentendo il ritorno del sangue raccolto nelle estremità. Più profondo è immerso nella piscina maggiore è la pressione. Infine, la viscosità è attrito in acqua e come la viscosità aumenta la resistenza al movimento aumenta pure. Questa è una chiave per esercizi di resistenza che utilizzano il mezzo di acqua.

Una volta che il fornitore acquatico comprende questi e altri principi dell’acqua, la capacità di stabilire piani personalizzati di cura su vari casi-mix come pediatrici, ortopedici, neurologici e geriatrici è limitata solo dall’immaginazione del fornitore e dall’impegno attivo del paziente nel programma. Per molti di questi pazienti, un programma di terapia acquatica consentirebbe i seguenti benefici terapeutici:

  • Controllato Cuscinetto di Peso
  • La possibilità di esercitare a una bassa frequenza cardiaca
  • Ridurre compressa forze sulle articolazioni e della colonna vertebrale

Una revisione della letteratura indica positivi miglioramenti in aree di flessibilità, di resistenza, di de-condizionamento e la gamma di movimento quando la terapia acquatica è parte del piano di trattamento per varie patologie.

Allora, perché i loro pool non sono in ogni reparto di terapia? Qual è la “Missione” della maggior parte delle organizzazioni nel loro impegno nel fornire cure mirate al paziente? Sfortunatamente, in molti casi il tema di “No Money – No Mission” riecheggia nella necessità di realizzare un profitto nella linea di prodotti riabilitativi. L’arte della terapia acquatica ora entra in gioco nella comprensione dei concetti di fatturazione, documentazione e rimborso. Affinché la terapia acquatica sia redditizia, è necessario padroneggiare l’uso della codifica CPT e la verifica e le autorizzazioni assicurative. Per comprendere meglio alcuni codici di procedura acquatiche, un terapeuta sarebbe in alcuni casi devono determinare se utilizzando un 1:1 codice che potrebbe essere fatturato per ogni 15 minuti di servizi è nel migliore interesse del loro paziente o posizionare il paziente in un ambiente di gruppo multiplo e utilizzare il “codice di gruppo” per il quale viene fatturato un codice per l’intera sessione soddisferebbe le esigenze di tutti i pazienti coinvolti. Il risultato potrebbe non essere diverso, ma il rimborso è cambiato in modo significativo.

In particolare, nella maggior parte 1:1 sessioni il codice CPT 97113 Aquatic Therapy code richiede ” Esercizi terapeutici o procedure che sono state eseguite in acqua utilizzando galleggiabilità, resistenza e altre procedure terapeutiche in acqua per facilitare meglio il movimento, il rafforzamento e il recupero funzionale.”La terapia di gruppo è riconosciuta sotto il codice CPT 97150 e per il rimborso richiede che la terapia sia stata” fornita a un gruppo di pazienti con un terapeuta in costante presenza, ma per definizione, non fornendo assistenza diretta 1:1.”Un esempio include una classe didattica in un mezzo idrico come” scuola congiunta” progettata per un gruppo di pazienti simili su piani di cura simili.

L’arte della terapia acquatica continua nel cercare di capire la posizione di rimborso che varia con le compagnie di assicurazione quando la terapia acquatica viene utilizzata nei piani di cura. Alcuni vettori ritengono che la copertura dovrebbe essere limitata alle condizioni muscolo-scheletriche limitando così la copertura e benefici per un ampio segmento dei loro abbonati. Altri ritengono che la terapia acquatica sia sperimentale o non debba essere coperta in un contesto di gruppo escludendo quindi la copertura nel piano di benefici.

Tuttavia, se si può ottenere il supporto delle loro fonti di riferimento per la terapia a terra e si fondono i benefici clinici della terapia acquatica con l’acume degli affari di comprendere i requisiti del settore assicurativo, allora la terapia acquatica potrebbe essere una linea di prodotti redditizia per la propria organizzazione.

Se è così, pesare il rischio vs beneficio e saltare in, l’acqua forse caldo per la terapia acquatica per essere utilizzato come un centro di profitto per la vostra organizzazione.

Per visualizzare i webinar di Ted su richiesta clicca qui!

Questo post è stato modificato l’ultima volta il 15 settembre 2016 12: 27 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.