Proteggere gli squali e le razze minacciate

LDF sostiene quattro progetti volti a ridurre la mortalità degli squali nelle regioni prioritarie, tra cui un programma di conservazione nell’Oceano Indiano sud-occidentale. Saranno sviluppate misure e strumenti politici per migliorare concretamente la conservazione di queste specie vulnerabili.

Più di 1.100 specie di squali e razze che abitano le acque marine e dolci del mondo stanno affrontando un crescente rischio di estinzione a causa della pesca eccessiva, della perdita di habitat e di altre minacce. La pesca eccessiva è diventata la minaccia più imminente per queste specie a causa di una serie di fattori: il calo del numero di attività di pesca per soddisfare la domanda umana, pratiche di pesca distruttive e spesso su scala industriale che spazzano via un numero enorme di specie oceaniche a un ritmo molto veloce e una forte domanda di prodotti di squali e raggi, Un altro problema fondamentale per gli squali e le razze è la totale mancanza di volontà politica e strutture di governance a livello globale, nazionale e locale per fornire le misure di protezione adeguate di cui queste specie hanno così urgente bisogno. Gli squali e le razze sono particolarmente sensibili alla pesca eccessiva perché generalmente crescono lentamente, maturano tardi e producono pochi giovani. Questi fattori forniscono ulteriori motivi per prendere misure attive per garantire la loro sopravvivenza.

I maggiori esperti mondiali di squali e razze (Wildlife Conservation Society, Shark Advocates International, Shark Trust, TRAFFIC, World Wildlife Fund e IUCN Shark Specialist Group) stanno collaborando per progettare un’iniziativa globale decennale per la conservazione di squali e razze. Per dare il via a questa iniziativa globale, LDF sta sostenendo quattro progetti pilota strategici che si concentrano su regioni prioritarie, misure e strumenti politici e miglioramenti concreti nella gestione e nella conservazione di queste specie vulnerabili.

Questi quattro progetti mirano a raggiungere i seguenti risultati nel corso del prossimo anno:

  • Conservazione degli squali e delle razze nell’Oceano Indiano sudoccidentale: Garantire l’impegno politico degli Stati membri della Convenzione di Nairobi ad attuare una serie di politiche per proteggere gli squali e le razze a livello regionale e nazionale.
  • Sviluppare il caso per la protezione delle principali specie di squali e razze minacciate alla CITES: Analisi scientifiche, comprese le valutazioni della Lista rossa a rischio di estinzione sulle specie attualmente non protette che vengono prese in considerazione per una nuova Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES), che fornirebbe la base per la protezione dal commercio internazionale delle loro pinne, carne e altre parti pregiate.
  • Dieci cose semplici per gestire la mortalità degli squali e dei raggi in Indonesia e oltre: sviluppare una serie di misure di salvaguardia basate sulla scienza per squali e razze che possano essere prontamente messe in atto nelle regioni in cui si verificano alti livelli di mortalità degli squali.
  • Promuovere la protezione degli squali e dei raggi nelle organizzazioni regionali di gestione della pesca: ampliare i limiti internazionali di pesca per gli squali e le razze pesantemente pescati, proteggere le specie particolarmente vulnerabili e rafforzare i divieti di finning attraverso le Organizzazioni regionali di gestione della pesca.

LDF si sta impegnando attivamente con un gruppo di fondazioni e organizzazioni per sviluppare un’alleanza impegnata a porre fine al massacro di squali e razze e ristabilire il loro numero di popolazione prima che sia troppo tardi. Un lancio formale di questo sforzo è previsto entro il prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.