Recensione: il 2018 Santa Cruz Blur CC XX1 Riserva

Prezzo: $8,999
Peso: 23.75 kg (con pedali, portaborraccia, contagocce post)
Utilizzo: Cross Country Racing
Trasmissione: SRAM XX1 Aquila
materiale della struttura: fibra di Carbonio composito
dimensione Ruota: 29 pollici
Viaggio: 100mm anteriore e posteriore
La moto giusta per: Tuttofare in cerca di una gara ottimizzato per moto e è disposto a rinunciare alla rigidità e versatilità per il peso e la velocità.

Acquista ora Altre immagini

Vista per l’ultima volta nella linea Santa Cruz nel 2014, la Blur torna per il 2018 con un design aggiornato volto alle gare di cross country e al trail veloce. Il nuovo Blur 3 fa il salto alla ruota da 29 pollici solo con 100mm di corsa anteriore e posteriore. Presenta forme a tubo aggiornate e un’ulteriore revisione della sospensione posteriore VPP, che ora ha una progressione più lineare e un aumento dell’anti squat per migliorare le caratteristiche di pedalata, specialmente con gli ammortizzatori impostati sulla modalità “open”.

Matt Phillips

Secondo Santa Cruz, il telaio è stato progettato per fornire una grande rigidità sotto carichi di pedalata elevati, così come la rigidità laterale e torsionale in modo che la bici tracci davvero bene in discesa. Questo è stato fatto utilizzando un tubo obliquo di grande sezione trasversale, insieme a un braccio oscillante di un pezzo. Già un design rigido, Santa Cruz ha migliorato il forcellone collegando i soggiorni superiore e inferiore con un membro verticale su entrambi i lati, qualcosa che altri modelli della linea SC hanno solo sul lato non-driveside e sintonizzando i layup di carbonio per soddisfare specifici obiettivi di rigidità e peso.

RELATED: Incontra il nuovo Santa Cruz Highball

I cavi per la trasmissione vengono eseguiti internamente, con i freni che rimangono instradati esternamente. Sia i livelli di carbonio C che CC del telaio sono compatibili con il contagocce e alcune build vedranno ammortizzatori e forcelle dotate di blocchi remoti, con cavi funzionanti anche internamente. E sì, c’è spazio per una gabbia della bottiglia nel triangolo principale.

Con il passaggio a pneumatici più grandi anche per l’uso cross country, il nuovo telaio sfrutta ogni minimo spazio utilizzando un collegamento inferiore ridisegnato e cuscinetti diversi rispetto ad altri modelli di santa cruz per mantenere stretti i foderi, consentendo spazio per pneumatici fino a 2,35 e accettando una corona XC 38t amichevole.

Santa Cruz Blur

Crowded

Il telecomando ELECT dropper di Magura è una delle uniche opzioni che funziona con il telecomando suspension di Blur.

Santa Cruz Blur

Race Tuned

La sospensione posteriore di Blur è sintonizzata per una sensazione veloce ed efficiente.

Santa Cruz Blur

Carry Plugs

I pneumatici Maxxis Aspen sono veloci e sorprendentemente aderenti, ma l’involucro leggero può forare facilmente.

Santa Cruz Blur

Peso Rasoio

La metà superiore della Cane Creek AER auricolare utilizza una boccola invece di una cartuccia del cuscinetto a rulli per risparmiare peso

Santa Cruz Blur

Anello Unico Solo

La Sfocatura è compatibile solo con 1x trasmissioni, con spazio per fino a un 38-corona

Sfocatura Costruisce

La nuova Blur 3 sarà disponibile nel modello base C e più fine (e più leggero) CC livelli. Nessun modello in lega è stato annunciato al momento.

La versione C della moto sarà disponibile in tre opzioni di costruzione: Blur 3 C R ($3.699), Blur 3 C S, (Blur 4.399), e Blur 3 C XE (Blur 4.899.)

Matt Phillips

IL frame CC è disponibile come opzione solo frame con uno shock DPS Fox Factory ($2,999) e tre build: Blur 3 CC X01 ($6,399), Blur 3 CC X01 Reserve (Reserve 7,599) e Blur 3 CC XX1 Reserve (Reserve 8,999). Reserve builds ottieni cerchi in carbonio Reserve 25 costruiti dalla casa di Santa Cruz con mozzi DT Swiss 350 o 240.

Recentemente, Santa Cruz ha aggiunto alcune build TR all’elenco di opzioni del CC. Questi sono definiti da 110mm FOX StepCast 34 forcella, magazzino contagocce post, più grande rotore del freno anteriore, e più sostanziale pneumatici. Tuttavia, se questa build ti fa appello, ti suggerirei vivamente di ottenere un Tallboy invece di cercare di forzare la sfocatura a diventare qualcosa che non è.

Santa Cruz BlurSanta Cruz Blur

Santa Cruz

Impressioni di guida

Sono sospettoso di qualsiasi bici full suspension con blocco remoto. Per me, è un’ammissione che la sospensione della bici ha bisogno di una stampella per pedalare in modo efficiente. Ecco un protip: se il design delle sospensioni della tua bici non è efficiente con soli 100 mm di corsa, allontanati dalla categoria XC.

Quindi questa nuova sfocatura si presenta con solo 100mm di viaggio e blocco anteriore e posteriore remoto e sono confuso. Ho molta familiarità con il sistema VPP di Santa Cruz, e ho cavalcato ogni iterazione della Sfocatura. Non l’ho mai considerato un sistema che aveva bisogno di un blocco –non importa un blocco remoto–per sentirsi efficiente. WTF? VPP sta andando morbido?

Ci sono voluti solo pochi metri sul sentiero per annullare quella preoccupazione. No: VPP è più nitido e migliore che mai. Questa nuova sfocatura è un razzo, e la più pura XC race full suspension bike Santa Cruz ha mai fatto. Ed è per questo che ha il blocco remoto.

Matt Phillips

Racers luuuv lockouts: in realtà non rendono una bici più veloce o più efficiente–guidare con le sospensioni bloccate può essere più lento in alcune condizioni–ma fanno sentire una bici più efficiente. E quando stai correndo e spingendoti al limite, vuoi sentirti il più efficiente possibile. Molti piloti seri vorranno e apprezzeranno il blocco remoto della sfocatura.

Non l’ho usato molto. L’ho provato qua e là, e, sì, praticamente spegne la sospensione come dovrebbe. Ma non ho pensato che fosse molto necessario perché la sospensione di Blur è già molto efficiente, e c’è solo 100mm di viaggio comunque: quando impostato con XC-race sag, non c’è molto movimento anche quando la sospensione è “aperta.”Ma poi non sono afflitto dalla nevrosi di un serio corridore XC.

RELATED: Le migliori Mountain Bike del 2018

Blocchi a parte, la sospensione di Blur è certamente realizzata per una sensazione di prestazioni. La moto è ferma e tranquilla quando si pedala, e cavalca in alto nel suo viaggio in salita. Anche sulle macine più ripide ho guidato, mi sono sentito centrato sulla moto, e sono stato in grado di mantenere l’avantreno ben piantato. Non c’è alcun feedback evidente nella sospensione o perdita di sensibilità durante la pedalata. Ma è sintonizzato per una sensazione di gara, e colpisce la sua rampa abbastanza rapidamente, in modo che possa sentirsi ritagliato e mosso quando si rotola su urti da piccoli a medi.

Matt Phillips

Sebbene sia una bici da corsa XC, la sfocatura è capace di una discesa entusiasta. Questa moto può tenere il proprio su discese veloci, e discese tecniche. La moto sterza facilmente, e il passo stretto consente di schivare attraverso gli ostacoli, con la sospensione efficace fornendo abbastanza dare per mantenere le cose sistemate. Le cose possono andare rapidamente a forma di pera su discese veloci e tecniche, ma la sfocatura è sicuramente più veloce e più capace di un hardtail.

La sospensione efficiente di Blur gioca bene con la mancanza di massa della moto. Anche con il contagocce, i pedali Shimano XT, il portaborraccia e le impugnature più pesanti (le impugnature Chunky ESI di Blur mi hanno fatto male alle mani, quindi ho scambiato per la mia Ergon GE1 Evo preferita), questa bici pesava solo 23,75 libbre (peso del telaio dichiarato: 2060 grammi). È davvero leggero e ha aiutato questa moto a sentirsi molto veloce e reattiva.

Le bici leggere hanno però i loro lati negativi. Ho forato uno dei veloci pneumatici Maxxis Aspen momenti nel primo giro (rapidamente riparato con una vera spina tubeless Innovations, che ha tenuto per il resto del mio test). Anche il front-end si sentiva gommoso, ma non sembrava provenire dal telaio (che è mirabilmente robusto per essere così leggero).

Matt Phillips

Non ho intenzione di appuntare tutto sulla forcella FOX StepCast 32 (anche se è sicuramente meno rigida di una forcella orientata al trail) poiché la ruota anteriore Santa Cruz Reserve 25 e lo pneumatico Maxxis sottilissimo hanno contribuito a modo loro. Diciamo solo che ho sentito il pneumatico piegarsi e sentito le manopole ronzare la forcella in diverse occasioni. Tuttavia, sono molto più pesante di quanto mi piacerebbe essere in questo momento (170 libbre o giù di lì), e se fossi giù al mio giusto peso di gara (sotto 150 libbre) probabilmente avrei meno lamentele sulla rigidità front-end della Sfocatura. Era un altro promemoria che le bici leggere sono più adatte ai corpi leggeri.

Anche se la build che ho testato viene fornita con un post rigido, sono un fanatico del contagocce e non guiderò una mountain bike senza uno. Tuttavia, il telecomando per i blocchi di sospensione della sfocatura occupa lo stesso spazio della maggior parte dei telecomandi contagocce. Ho aggirato questo usando l’ELECT wireless dropper post di Magura. Il suo telecomando compatto non si scontrava con il telecomando di sospensione della Sfocatura. Se Magura potesse accelerare l’azionamento del contagocce-c’è un ritardo significativo tra la pressione del pulsante del telecomando e l’apertura/chiusura della valvola del contagocce–questo post sarebbe un prodotto fantastico. E ‘ wiggle libero e super facile da installare, ma è così lag che non sono mai stato così comodo in sella con esso come lo sono con un contagocce instant-actuation. Ma anche un contagocce lag è meglio di un alto distacco.

Quando ho guidato un prototipo della prima Santa Cruz Blur nel 2001, aveva una corsa posteriore di 115 mm e una forcella da 100 mm ed era considerata una trail bike (anche se veloce). 17 anni dopo, il nuovo Blur ha circa lo stesso viaggio come il primo Blur, ma ha ruote più grandi, angoli fannullone, prende pneumatici più larghi, e si inserisce un contagocce post, ed è una moto da corsa XC puro. Molto è cambiato, ma la sfocatura rimane la moto più veloce di Santa Cruz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.