Tutti quei meravigliosi ‘Paternità’ personaggi che avuto la meglio con il tempo

Sabrina Pietra

Aggiornato Jan 28, 2015 @ 12:20 pm

Tutti quei meravigliosi 'Paternità' personaggi che avuto la meglio con il tempo'Parenthood' characters who got better with time

negli ultimi sei stagioni della maternità e della Paternità sono stati accidentato, con momenti di splendore. Alcune scene ti hanno fatto venire voglia di urlare, ” Tutti zitti!”, alcuni ti hanno fatto ridere, e alcuni ti hanno fatto singhiozzare in modo incontrollabile mentre hai raggiunto il telefono per chiamare tuo nonno e dirgli che lo ami. L’ultimo episodio della serie va in onda questo giovedì, e devo dire che mi mancherà—ma più precisamente, mi mancheranno i Bravermans. Mi mancherà guardare tre generazioni di una famiglia molto imperfetta, realistica, umana lottare e flounder e prosperare e fallire e alzarsi di nuovo.

In onore del finale (domani!), ho tracciato la crescita e lo sviluppo di ogni personaggio negli ultimi sei anni e assegnato stelle d’oro a quelli che si sono evoluti e progrediti e ci hanno insegnato tutto nel processo.

Crosby Braverman

Testa calda, infantile, impegno-fobico, in sella alla moto Crosby è il Van Wilder del clan Braverman. Si mette in lotta, dorme con l’aiuto di Max, fa il bucato a casa dei suoi genitori e inciampa nella vita. Cioè, fino a quando non incontra il suo straordinario figlio e decide di plasmarsi in una figura paterna utile. Compra e ristruttura una casa, si sposa, apre un business con il fratello, mette in lunghe ore, rimane sveglio la notte con il suo nuovo bambino, ascolta la moglie, prende il suo consiglio, e impara a fare ciò che è meglio per la sua famiglia. Ha ancora tutto quell’umorismo giovanile in stile Crosby, ma diventa un brillante esempio di qualcuno che si avvicina al compito! (4 stelle)

Adam Braverman

Adam è sempre stato il tipo di ragazzo button-down, play it safe. Egli brama coerenza e stabilità, ma ciò che ottiene è il caos e la calamità. I suoi capi sono impossibili, è licenziato lo stesso giorno in cui sua moglie rimane incinta del loro terzo figlio, il sogno di sua figlia è quello di frequentare un college che non può permettersi, a suo figlio viene diagnosticato un Aspergers, sua moglie ha il cancro. . . Questi sono i momenti che ti rendono forte, se non ti uccidono, e Adam non solo diventa forte di fronte a loro, diventa più complesso, prende più rischi e non smette mai di combattere per le persone che ama. (3 stelle)

Julia Braverman-Graham

Julia inizia in cima. Ha una bambina ben educata, un lavoro ad alta potenza, e un marito soggiorno-at-home affettuoso. Quando ha difficoltà a concepire e poi adottare un secondo figlio, la mancanza di controllo la fa impazzire un po’. Quando finalmente ottiene il suo ragazzo, lui è molto più vecchio, più difficile, e trattenendo di quanto avesse immaginato. Compromette il suo lavoro, allunga la corda diradata del suo matrimonio e Joel esce. Il modo in cui rimette insieme la sua vita sulla scia di questo shock è impressionante, ma quando alla fine riprende Joel, sembra che stia ancora inseguendo una perfezione percepita invece di trovare forza e gioia in ciò che ha. (1 stella)

Sarah Braverman

Mentre i figli di Sarah maturano entrambi costantemente, Sarah stessa per lo più va in tondo. Salta di lavoro in lavoro: stagista presso la società di scarpe di Adam, bartending (occasionalmente in un vestito da gatto), scrivendo opere teatrali, essendo lo sfortunato sovrintendente di un edificio, scattando foto. Frequenta uomini inappropriati( spesso a volte sovrapposti): l’insegnante di Amber, il capo di Adam, il suo ex tossicodipendente, uno degli inquilini del suo edificio, e poi, naturalmente, il suo capo. Lei fa tentativi, ma lei costantemente finisce proprio dove ha iniziato. Scusa, Sarah. (0 stelle)

Zeek e Camille Braverman

Zeek e Camille si sono stabiliti nelle loro vite nel corso dei decenni. Hanno figli, nipoti e, nella stagione finale, pronipoti. I cambiamenti che si verificano per loro sono sottili, ma importanti. Dopo una vita di devozione incondizionata, Camille finalmente insiste su maggiori opportunità di concentrarsi sulla sua arte, i suoi hobby, e viaggi. Vuole arricchire la qualità delle sue giornate e smettere di mettere al primo posto i bisogni di tutti gli altri. Zeek lentamente e con riluttanza viene a patti con quanto meritevole lei è di questo e impara ad ascoltare e compromesso, nonostante la sua estrema testardaggine. Inoltre entrambi hanno ancora l’amore e la pazienza per continuare a prendersi cura dei loro figli, che possono essere adulti, ma non smetteranno mai di averne bisogno. (3 stelle.)

Max Braverman

L’evoluzione di Max è la più difficile da tracciare a causa dei suoi Asperger (una forma di autismo che stordisce lo sviluppo sociale e l’interazione emotiva). Il suo personaggio, tuttavia, presenta un’opportunità di apprendimento insolita per noi spettatori. Scopriamo quali sono le restrizioni e le limitazioni della sua condizione mentre i suoi familiari attraversano il processo di educazione di se stessi. Impariamo dalle loro ricerche, dal loro medico, dalle loro interpretazioni errate e dai loro tentativi di integrare Max in situazioni sociali “tipiche”. Da adolescente, oscilla tra scoppi violenti e silenzio agghiacciante. È difficile da apprezzare e spesso difficile da guardare, ma il suo carattere e questo spettacolo ispirano pazienza e compassione in noi. (4 stelle per noi!)

*Ci vengono anche presentati diversi altri personaggi autistici, Amazing Andy (e il Suo meraviglioso Mondo di Bugs), che dimostra che un bambino con Aspergers può crescere per avere una compagnia di successo e un’esistenza indipendente, e Hank, il fidanzato di Sarah (e futuro marito!), che è un artista con un bambino, un business e una vita piena e complessa.

Haddie Braverman

Haddie è l’unico personaggio a fuggire dal clan Braverman. La sua infanzia è di prendersi cura del suo fratellino difficile, ottenere voti perfetti, ed essere un ragazzo impeccabile, ma che non è quello che vuole per se stessa, così lei esce e insegue quello che fa. (3 stelle.)

Jabbar, Sydney e Victor

Hanno avuto i loro punti di massima e capricci, ma sembra che questi tre andranno bene. Sydney ha una striscia competitiva lunga un miglio che va in overdrive quando è costretta a condividere la sua vita con un fratello inaspettato, e lei è sulla buona strada per essere un po ‘ una ragazza cattiva durante il liceo. Victor ha difficoltà ad adattarsi a una nuova vita, una nuova scuola e una nuova famiglia, ma impara a fidarsi, integrarsi e prosperare e sta invecchiando con grazia nel suo ruolo di fratello maggiore. E Jabbar, dream-child, Jabbar è solo un ragazzo costantemente aperto e temperato, che sembra sentire l’amore e il sostegno delle famiglie allargate di Crosby e Jasmine. Speriamo che le cose non diventino troppo sconnesse negli anni dell’adolescenza! (7 stelle combinate.)

Drew Holt

Drew è un ragazzo sensibile e tranquillo. È trattato come il bambino, dato consigli discutibili e spinto in giro da tutti. I Bravermans sono un gruppo testardo e schietto e, per anni, Drew viene sepolto nelle loro forti opinioni. Mentre le cose iniziano a degenerare, però, si alza. Al liceo, quando la sua ragazza Amy rimane incinta, si lascia allontanare, la riprende anche quando finalmente lo vuole di nuovo. Ma quando sua sorella rimane incinta qualche anno dopo, è molto più forte e fa tutto ciò che è in suo potere per farsi avanti. La aiuta a prepararsi per la nascita, la convince che Ryan è una brutta scommessa e che dovrebbe tornare a casa, e cambia il suo maggiore nella speranza di diventare qualificato per una carriera più redditizia. Si alza anche a suo nonno un paio di volte, che prende nervi d’acciaio da fare! (4 stelle.)

Amber Holt

Amber vince tutte le stelle d’oro. Il suo arco è incredibile. Lei inizia come il singolo più ribelle, egoista, controproducente, adolescente arrabbiato immaginabile e si trasforma in qualcuno nutrimento, responsabile, e la cura. È mamma orso protettivo del suo fratellino, dà consigli maturi alla sua stessa mamma, trova, perde e poi ha la forza di allontanarsi da una storia d’amore epica, e anche lei, occasionalmente, riesce a raggiungere Max. Nel penultimo episodio, porta un bellissimo bambino nel mondo e la cosa più triste di Parenthood che finisce ora è che non riusciamo a vederla diventare la migliore mamma del mondo, che sarà! (6 stelle.)

(Immagini via, via, via, via, via, via, via, via, via, via, via)

Tutti gli argomenti di intrattenimento

Iscriviti alla nostra Newsletter Squad!

Ricevi aggiornamenti quotidiani sulle tue celebrità preferite, tendenze di stile e moda, oltre a consigli su relazioni, sesso e altro ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.