UNT Digital Library

Parte di CoRSAL

Informazioni sulla lingua

Mizo (iso 639-3 lus) è una lingua Kuki-Chin appartenente alla famiglia linguistica Tibeto-Burman. È la lingua madre del popolo Mizo sia nello stato Mizoram dell’India (23.36 N, 92.8 E) che nello Stato Chin in Birmania.

Informazioni sulla collezione

Questa è una raccolta comunitaria di registrazioni audio di Mizo parlato moderno che copre tre generazioni di parlanti maschili e femminili, compresi i bambini, registrate tra il 1970 e il 1990 da Thangi Chhangte. Molti degli oratori presenti in questa raccolta, come i nonni di Chhangte, sono nati nei primi anni del 1900.

La raccolta comprende Liandala (nonno materno di Chhangte) che canta canzoni che ha composto lui stesso, e storie tradizionali narrate da Pi. Thangpuii, madre di C. L. Rema (nonna paterna di Chhangte). Pi. Thangpuii era un narratore in gioventù, e ha affermato di conoscere un centinaio di racconti popolari Mizo! Ci sono anche conversazioni tra i membri della famiglia e “lettere” audio ai membri della famiglia che vivono al di fuori di Mizoram—per esempio, messaggi e canzoni da familiari e amici a Mizoram, registrati su cassette e inviati per posta. Queste registrazioni rappresentano il linguaggio naturale, mentre i membri della famiglia parlano casualmente tra loro, i visitatori vanno e vengono e i bambini giocano in background.

La collezione comprende spettacoli di canto da parte dei bambini, coro, e la famiglia. Le canzoni includono zaikhawm hla, uno stile Mizo di canto di gruppo e un modo tradizionale di rendere grazie. Si tratta di canti religiosi cantati in gruppo, spesso in occasione di funerali o celebrazioni. Sono cantati con un tamburo tradizionale e accompagnati dalla danza. Le canzoni includono parole di ringraziamento a Dio per il buon destino e buoni giorni. La collezione comprende anche spettacoli di inni cristiani Mizo cantati a casa e da cori della chiesa-molti composti da Mizos. Queste registrazioni sono particolarmente importanti, come sono state fatte prima dell’avvento dei mass media a Mizoram; i compositori erano meno omogenei nel periodo precedente alle registrazioni di musica digitale. Chhangte dice che la lingua e la musica erano più libere in quei giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.